Il cittadino esule e il cittadino pigro

Nella catastrofe di una cittadinanza non virtuosa disinteressata al crescente garbuglio politico ed economico, manca il collegamento mentale con l’importanza di un atto di cittadinanza ragionato, manca una fondamentale educazione al dovere morale di contribuire alla sopravvivenza e al miglioramento del sistema sociale e democratico di cui si è parte. Continua a leggere…

Advertisements

Una sfera pubblica dove vale tutto

L’impostazione del dibattito pubblico nel nostro paese non è costruttivo ma sempre più distruttivo: tutto è in discussione, anche la razza, la dignità umana, la scienza. Oggi in Italia vedo il Medioevo di una lotta fra galli, perché nell’ondata di fervore populista non servono più maestri: basta un buon pastore. Continua a leggere…